Il matrimonio SteamPunk

6

Ė certo che con la continuazione della saga di film post-apocalittici e fantastici, come Mad Max: Fury Road, regia di George Miller, del 2015, rappresentati in uno stile fumettistico e fantascientifico da protagonisti epici, quanto affascinanti, come Tom Hardy nel ruolo di Max Rockantansky e un’Imperatrice Furiosa come Charlize Theron, non si possa che rianimare e rinvigorire quell’ondata di gusto steampunk che già aleggiava nelle mode correnti da qualche anno.

Mad-Max-Fury-Road1

Anche il matrimonio in stile steampunk ė oggi tra quelli contemplati come una realtà di grande tendenza e fascino. Lo si nota dalle proposte degli stilisti stessi, quelli più scandalosi e provocatori, ma anche più sensibili all’estetica del momento.

satin-and-velvet-1

Per capire l’estetica della corrente steampunk si potrebbe partire dalla letteratura della Londra Vittoriana della fine dell’800, in particolare quella di Arthur Conan Doyle e del padre della letteratura fantascientifica, quale il visionario e geniale: Herbert George Wells.

221250091789

In pochi cenni potremmo partire dal termine stesso, composto dalle due parole: Steam + Punk. Steam come “vapore“, quello che simboleggia i macchinari e i marchingegni che diedero vita ed esordio alla rivoluzione industriale. Punk come punk, la subcultura sviluppatasi appieno negli anni ’70.

É uno stile che prende vita da dettagli formali molto precisi e particolari che si ispirano a determinati concetti. Vediamo quali:

1. Anacronismo. Spesso sia le ambientazioni che i personaggi SP, cosī come le loro vesti e gli oggetti di loro uso, sono il risultato di un mix di stili e di design: quello futuristico e fantascientifico da post-apocalisse, da una parte e quello dal passato, personaggi che ritornano, spiriti e mostri, oggetti e mise di epoche riesumate come zombie, che ripercorrono atmosfere sia pre che post-industriali, talvolta comprendendo filoni come il Gotico e il Dark.

Ricordiamo la svolta emblematica della Grande Esposizione Universale, tenutasi in Inghilterra a Crystal Palace a metà del 1800. Quella svolta che ha segnato per sempre la nascita dell’industria e il cambiamento repentino nella Storia dell’Umanità.

Si parte generalmente da qui, dall’epoca della Regina Vittoria. Il mostro industriale non puó che trasmutarsi nel mostro post-industriale, per arrivare ad un futuro Cyber o Mechano Punk Apocalittico di Resistenza e Sopravvivenza.

Si pensi ai costumi di Mad Max che traggono ispirazione direttamente dagli storyboard a fumetti, preparati dai creativi per la sceneggiatura del film stesso e realizzati poi dall’assemblaggio di varie cianfrusaglie e materiali di recupero, arrabattati su quel che rimane di una terra senza speranze.

2. Meccanica, macchine, automi, ingranaggi. Accessori come occhiali, arti meccanici, armi, calzature, cinture, sono fatti con ingranaggi, meccanismi da orologeria, fusoliere, lattine e padelle… Chi piū ne ha più ne metta… Basta fare un salto in discarica per realizzare un oggetto che funga da tributo, per elogiare la memoria delle macchine industriali a vapore di fine ‘800 o per creare una macchina spaziale mai vista.

3. Materiali punk. Pelle, pellicce o cuoio da abbinare a borchie,catene e metalli. Strani cappelli, paraocchi da pirata, occhiali da aviatore, strane acconciature, accessori e tinte di capelli. Giacche militari o da capitaneria. Bustier e chiodi in pelle.

Stracci, buchi, strappi e tessuti logori o sporchi. Scritte, emblemi e tatoo. Teschi e simboli blasfemi. Scarponi, stivali ed anfibi. Accessori creati da vecchi pneumatici. Cinte, cinture, lacci e stringhe…etc

4. Rivoluzione, rivolta, sopravvivenza e anarchia. La sposa steampunk ha un’animo ribelle e battagliero e una volontà di autoaffermazione, uniti ad un atteggiamento provocatorio.

5. Anticonformismo. Su questo aspetto non servono commenti!

3025c8dab430a091815df1b8d20b647b

Ciò che questi concetti e questa corrente esprimono ė potenzialmente molto ampio e vario.

Abbiamo voluto dedicare questo post alle possibili ispirazioni/inclinazioni di una sposa steampunk piū o meno estrema.

I dettagli, i materiali, i colori, i tessuti, gli accessori e l’acconciatura scelti faranno la differenza per creare il vostro specifico mood che potrà essere più darkgotico o più cyber-punk, più fumettistico e fantascientifico o più vittoriano. 

Siamo consapevoli del fatto che non andrete a partecipare ad un raduno cosplay ma al vostro matrimonio. Tranquille!

Lo steampunk se dosato con gusto, può essere molto curato e colpire davvero nel segno. L’utilizzo sapiente di linee ed elementi potranno rendervi molto attraenti, cool e fashion…

url-26

… oppure irresistibilmente provocatorie e spavalde. Questo dipenderà solo da voi.

url-29

fabulous-unique-wedding-shoes

Abbiamo creato a questo proposito un breviario visuale, che possa fungere da suggerimento ed indicazione nella scelta e composizione del vostro outfit steampunk ideale.
15-daring-steampunk-bridesmaids-outfits steam-punk-wedding-dress-simple-and-elegant-30443 steampunk-wedding-gown ref=sr_1_1Choosing-the-perfect-shoes-for-your-wedding-weekend

efb59aa77f8781e17d1a984d18106b0199725377201

La sposa in Nero

Niente a che fare con la vedova sensuale e vendicativa del film di François Truffaut, qua si parla di un colore che nell’ambito della moda e del lusso è considerato di massima eleganza: il nero.

Si pensi al nero del tubino Givenchy di Audrey Hepburn o degli abiti da sera e da giorno in nero di Coco Chanel, che sono stati capaci di influenzare la moda del secolo ribaltando il significato talvolta anche nefasto del colore non colore legato all’oscurità.

url-11

Il nero è il colore dell’eleganza e della sobrietà, di mistero e profondità. Se al giorno d’oggi non è più inusuale vedere spose in abito nero, è anche vero che scegliere il nero per la propria cerimonia risulta tuttora una scelta importante.

Il nero è un colore che dona, snellisce e che elargisce a chi lo indossa quel particolare carisma. Sa rendere più profondo uno sguardo e più interessante un viso ed è in grado di provocare erotismo e sensualità. E’ il colore della seduzione per eccellenza.

Queste sono in linea di massima le prerogative e i benefici di un colore non-colore di tanta rilevanza, che è simbolo antico di autorità e di potere, talvolta legato al sado-maso e al fetish, aspetti da non sottovalutare nel momento in cui ci si trovi di fronte ad una scelta del genere.

Di seguito riportiamo le proposte degli stilisti più celebri e innovativi nell’ambito degli abiti da sposa, quali Vera Wang, che il nero lo propongono già da qualche anno con una certa assiduità in quasi tutte le loro collezioni, a conferma di un gradimento generale e del nuovo significato che il nero è venuto acquisendo nell’ambito della cerimonia nuziale anche più tradizionalista.

url-12

Questo elegantissimo abito nuziale a manica lunga, con strascico in raso drappeggiato, firmato Yolan Cris, Collezione 2014, è un intricato gioco see-through fatto d’inserti in pizzo sul davanti e richiama la lingerie e l’abito da sera.

url-5Segue il modello della stessa collezione, in un mix d’ispirazioni e suggestioni. Visione un pò gotica, quasi dark e di fine ‘800, primi ‘900, con una moderna rivisitazione della manica a farfalla, con alti polsini in pizzo. La ciliegina sulla torta è quel particolare taglio sotto il seno, da non sottovalutare! Il seno è in risalto e sembra nudo, quasi l’idea fosse presa a prestito dai scandalosi scolli completamente aperti a far uscire le mammelle, prerogativa di costume esclusiva solo delle più belle donne Egee. Il taglio osè è bilanciato dal particolare e pudico collo chiuso ornato dal fiocco. Nell’insieme, la forma di questo abito tra il casto e il peccaminoso, si sviluppa ampia dal bacino ed è sdrammatizzata dall’alternarsi di trasparenze e coperture.url-6

La sposa nera di Pronovias è assolutamente meravigliosa, sexy, femminile e mai volgare, è piuttosto raffinata ed elegantissima. Azzeccatissima la forma a sirena con delicate spalline in pizzo e “scollo a v”, morbido e impalpabile il tessuto contribuisce ad addolcire il capo e a terminare una silhouette costruita per fasciare il corpo con leggerezza e fitting perfetto. Azzeccato anche il ricamo floreale piazzato in verticale con effetto modellante che slancia e snellisce ulteriormente la figura.url-1Convincente anche la versione damascata con la scelta di una linea e di un tessuto che già parlano da sè.
url-4Infine, sempre targata Pronovias la linea da femme fatale, gran diva anni ’40, con inserti in pizzo negli spacchi vasati del fondo dell’abito. Un abito che sarà scenografico sia in posa che in movimento.
url-3
Chi sceglie la raffinatezza di Aimeè Montenapoleone sceglie uno stile ottocentesco, negli abiti bustier con ampie gonne, ravvivato da inserti a contrasto in prezioso pizzo bianco. Ecco la sposa che gioca alla “gran dama di corte”, che predilige il matrimonio romantico e sfarzoso, come in una Carnevale di Venezia a stanze chiuse, tra nobiltà e lusso.
url-901-d85d36804b